Progetti

Esempio di applicazione del Sistema G
Sistema G
Autore: Ing. Francesco Assumma
Inizio progetto: 26/02/2019
Si effettua, come per tutte le costruzioni, la fondazione che, in questo caso, ha altezza ridotta; si può pertanto semplificare l'opera realizzando un unico getto avendo predisposto precedentemente l'armatura da calcolo per il telaio base e di attesa per i pilastri. La barriera all'umidità risalente dal terreno può essere creata mediante la posa di un telo non tessuto di facile applicazione e basso costo.

Dopo aver predisposto l'armatura dei pilastri (anch'essa preconfezionata) si passa alla posa in opera del primo pannello-parete con l'ausilio di una gruetta mobile da cantiere.

Un semplice sistema di puntoni con doppia vite consente di mettere a piombo i pannelli.

Si alterna la posa di un pannello-parete ai ferri d'armatura di un altro pilastro.

Si prosegue con la chiusura dei giunti-pilastri con carpenteria tradizionale ed al loro getto.

Giunto-pilastro dopo la scasseratura.

Il solaio di copertura o di piano viene realizzato mediante l'ausilio di pannelli-solaio anch'essi prefabbricati; questi saranno composti da una piastra di 4-5 cm entro cui vengono annegati due o più tralicci metallici predimensionati e pregettati così da formare un elemento autoportante.

Un ultimo getto di csl di 4-5 cm completa la formazione del solaio.

Due momenti della costruzione.

L'opera finita.
Indietro
Top